Foto: Youtube

Recatosi lì per concludere un affare, è stato vittima di estorsione

Lele Mora si era recato in un campo nomadi con un soggetto poco raccomandabile, pluripregiudicato per rapina, porto d’armi, spaccio e ricettazione. Lo scopo era quello di concludere un affare, che gli era stato consigliato e garantito da altri, riguardante l’acquisto di una partita di champagne, Don Perignon e Cristal, dalla vendita dei quali Mora avrebbe guadagnato del denaro.

La vicenda risale allo scorso maggio; il tutto era accaduto a Milano, l’ex agente dello spettacolo aveva con sè 40.000 euro, che gli erano stati forniti da un committente, altro pluripregiudicato, per concludere l’affare. “Ci hanno detto di seguirli in auto lungo il Naviglio, siamo arrivati su uno sterrato e poi ad un cancello. Ho capito solo a quel punto che eravamo in un campo nomadi”, dice l’ex uomo dello spettacolo, e una volta giunti sul posto è avvenuta la rapina. Sono stati attratti su un camper e lì un uomo, fingendo di prendere le bottiglie, li ha derubati e malmenati. L’uomo però non ha denunciato l’accaduto per paura che andasse a suo svantaggio, visto il suo passato non proprio roseo.

Loading...

Alfonso Signorini sale in cattedra ad Amici | SCOPRI 

Fabrizio Corona: “Ho provato a baciare Belen e mi ha cacciato di casa” | LEGGI 

Lele Mora, infatti, era stato in passato coinvolto in procedimenti giudiziari, accusato di evasione fiscale, bancarotta e favoreggiamento della prostituzione, e poi condannato a sei anni e un mese, scontando la fine della sua pena in affidamento alla comunità Exodus di Don Mazzi. Purtroppo la vicenda per lui non si era conclusa con la rapina; è poi stato minacciato e tormentato dal committente che voleva avere indietro i 40.000 euro. Mora, interrogato, racconta: “Avevo paura, si presentava sempre con cinque o sei uomini. Ho chiesto la somma in prestito a mio figlio e ho pagato.” 

Enrico Mentata raggiunto da una lettera di minacce | ESPLORA 

Da questo fatto è nata un’indagine per estorsione nella quale Lele Mora è la vittima, condotta dalla Procupa di Milano che ha poi individuato l’estorsore e committente, coinvolto in una vicenda più complessa, riguardante anhe un amico di Mora. Anche quest’ultimo è stato vittima di estorsione, messa in atto da individui di ampia caratura criminale.

 

Loading...