Foto: Ufficio Stampa

Il mestro italiano dell’horror dice la sua

Il remake del capolavoro del maestro dell’horror italiano, Dario Argento, è finalmente arrivato nelle sale italiane. Alla regia di questo nuovo Suspiria c’è Luca Guadagnino, che aveva già diretto Chiamami col tuo nome e Melissa P, nel cast un incontro di attrici sorprendente: alle giovanissime Mia Goth e Chloë Grace Moretz si affiancano infatti Dakota Johnson, Jessica Harper e Tilda Swinton, con un doppio ruolo. Alla colonna sonora Thom Yorke, leader dei Radiohead.

Sebbene il regista palermitano avesse affermato che più che un remake questa pellicola rappresenta un omaggio all’emozione trasmessagli dall’originale, uscito nel 1977, è stato impossibile per la stampa cinematograficae per gli spettatori non fare paragoni e confronti. Dario Argento, più volte interpellato a proposito, aveva scritto mesi fa su Facebook di non essere stato coinvolto nel processo di produzione e poi aveva aggiunto che i due film erano molto diversi, e che il remake mancava di ferocia e grinta. La conclusione era stata diplomatica e conciliante: “L’horror è una questione interiore, dipende da quello che hai dentro.”

Tilda Swinton: in Suspiria doppio ruolo e protesi maschili|LEGGI

Loading...
Foto: PrPhotos

Glass: nel futuro di Anya Taylor-Joy c’è la regia?|SCOPRI

Nonostante le inevitabili differenze, non sembrava che tra i due registi ci fossero malumori. A novembre poi, Argento aveva dichiarato che non avrebbe visto il film. Poche ore fa, a Un giorno da pecora su Rai Radio 1, la rivelazione: Dario Argento alla fine ha visto il film, e non lo ha apprezzato: “Non mi ha entusiasmato, ha tradito lo spirito del film originale: c’è poca paura, non c’è musica. Il film non mi ha molto soddisfatto, è così così, una pellicola raffinata, come Guadagnino che è una persona fine” e aggiunge quella che sembra una stoccata al collega: “Guadagnino fa bei tavoli, belle tende, bei piatti, tutto bello…” come a suggerire un’attenzione per l’estetica eccessiva, a discapito del resto.

Richard Madden, da The Bodyguard a James Bond?|SCOPRI

Ma Dario Argento non ha tempo di rivangare il passato: nel suo futuro, infatti, c’è un altro film. Secondo i piani originali, le riprese dovrebbero partire nella primavera del 2019 e il film dovrebbe arrivare nelle sale il Natale successivo. I lavori continuano, insomma, e a proposito Argento ha dichiarato: “Ci si incontra coi due sceneggiatori, si va avanti. Avevamo scelto un titolo ma non mi piaceva, era sbagliato, brutto.” Ovviamente, si tratterà di un horror.

P.L.

 

Loading...