Indietro1 of 10

Il CEO di Toot racconta i punti di forza del brand di intimo maschile

Toot è un brand giapponese che per la prima volta ha cavalcato le passerelle della Milano Fashion Week. Nato nel 2000 si è distinto nel mercato della moda per aver dato all’intimo maschile personalità e lusso. Keiya Masuno, CEO di Toot dal 2015, è rimasto colpito da Milano, luogo che per lui incarna il giusto mix di tradizione italiana e innovazione, soprattutto per quanto riguarda la moda. 

L’Europa della moda, vista dagli occhi del CEO giapponese, è ancora il cuore del mondo del fashion, il posto in cui le regole vengono stabilite. A Milano, in particolare, si sente l’atmosfera, non solo nel quadrilatero della moda, di questo fermento, della brillantezza che caratterizza la città. La tendenza che si percepisce da chi proviene da un mercato estero è che l’Europa stia entrando in un momento di conservazionismo per quanto riguarda il business, vedi la Brexit, per cui si prospetta un grande ritorno del made in Italy in Italia. Toot vanta di essere 100% made in Japan, come giustamente ricorda Masuno, e in un mondo sempre più incentrato sul local può comunque rimanere un punto di forza, in quanto la tendenza a ricercare prodotti che rispecchino al meglio il proprio modo di essere, il proprio stile, permette di andare oltre i confini di regioni e stati. “Abbiamo già clienti in Europa – ha affermato Masuno – non abbiamo ancora iniziato una campagna marketing ma ci sono. Mi piacerebbe sapere come ci hanno trovati. Per questo vedo ottime possibilità qui, soprattutto grazie ad internet”.

Loading...

Hailey Baldwin: la drastica decisione della nipote di Alec |LEGGI

Keiya Masuno è arrivato al fashion durante il corso della sua carriera, ma con Toot è stato un colpo di fulmine, come lui stesso ha raccontato: “Il design di Toot è molto particolare, ma quello che mi ha fatto davvero interessare al brand è stato il grande comfort bilanciato dal design unico. Non ho mai visto un brand di intimo che tentasse di essere fashion, soprattutto per la moda maschile. E’ unico, divertente e soprattutto comfort”. Toot è considerato un brand LGBT friendly, proprio per la sua caratteristica giocosa, ma l’interesse suscitato anche nel mondo eterosessuale è notevole, Masuno ne spiega le ragioni: “L’uomo è uomo, a prescindere dalla sua sessualità. Come le donne a prescidere dall’essere lesbiche o etero hanno bisogno di indossare un reggiseno, lo stesso è per l’uomo. Il nostro design è sì sexy, ma anche sportivo, un mix che lo rende universalmente maschile”.

Katy Perry: accusata di razzismo ritira i suoi sandali di moda |LEGGI

Riguardo alla sostenibilità ed il problema della fast fashion, Keiya ha affermato l’importanza di non sprecare le risorse che abbiamo. “Toot ha una durata di vestibilità superiore ad altri, questo perché c’è grande attenzione riguardo ai materiali utilizzati e alla loro creazione, le tecniche utilizzate hanno il fine di farle durare anche anni. Nel business odierno abbiamo la tendenza a creare oggetti che durano poco, in modo da venderne in continuazione. Toot produce indumenti che durano anni, nonostante questo i nostri clienti continuano a comprarli. Inoltre, tendiamo a non incrementare la produzione in maniera rapida, ma cerchiamo di farlo in modo graduale per non dovere abbassare la qualità del prodotto. Per noi la sostenibilità è la filosofia di produzione”, ha affermato. 

Kim Kardashian alle prese con un problema che l’affligge |SCOPRI

Questo è l’inizio dell’avventura di Toot in occidente, che per la prima volta ha portato la loro iconica unicità e spirito nel mondo dell’intimo maschile. 

English Version

Toot is a japanese brand who walked the catwalkes of the Milano Fashion Week for the first time this season. Founded in 2000 Toot has distinguished itself in the fashion market for giving men’s underweare personality and luxury. Keiya Masuno, CEO of Toot since 2015, was really impressed by Milano, a place that embodies the right mix of italian tradition and innovation, mostly in terms of fashion.

The Europe of fashion, as seen trough japanese eye, is still the beating heart of fashion world, the place where rules are made. In Milan, in particular, you can feel the atmosphere of this ferment, the brilliance that characterizes the city. The tendency that is perceived by those who come from a foreign market is that Europe is entering a moment of conservatismm see Brexit, for wich there is a great return of the made in Italy. Toot claims to be 100% made in Japan, as Masuno rightly points out, and in a world that is increasingly focused on the local, it can still remain a strong point, as the tendency to search for products that best reflect theri on way of being, the own style, allows you to go beyond the boundaries of regions and states. “We aldready have customers in Europe – Masuno said – even though we have not yet started a marketing campaign. I’d like to know how they found us. This is why I see great possibilities here, especially thanks to the internet”.

Keiya Masuno gradually aproached fashion during his career, with Toot was love at first sight as he told us: “The design of Toot is very special, but what really interested me was the graeat balace between comfort and unique style. I’ve neve seen a lingerie brand that tried to be fashion, especially when it comes to men’s fashion. It’s unique, ful and aboe all fashion”. Toot is considered an LGBT friendly brand, because of its playfull characteristics, but even the interest of heterosexuals in noteworthy. Masuno explains the reasons: “A man is a man, regardless of his sexuality. Like women wear bra, no matter if they are lesbian or straight, the same is for men. Our design is sexy and sporty, a mixture that makes it universal”.

“The design of Toot is very special, but what really interested me was the graeat balace between comfort and unique style. I’ve neve seen a lingerie brand that tried to be fashion, especially when it comes to men’s fashion. It’s unique, ful and aboe all fashion”
In regard of sustainability ancd the issue of fast fashion, Keiya affirmed the importance of not wasting the resources that we have: “Toot has a longer waering life than others, this is because there is great attention to the materials used, the techniques we use have the purpose of making them last longer, even years. The current business has the tendency to create objects thet do not last long in order to sell them continuously. Toot produces clothes that last for yeas, but despite this, our customers continue to by them. In addition, the general tendence is to increase the production very quickly, we try to do it gradually in order to keep our quallity standards high. For us sustainability is the philosophy of our production” he said.

This is just the beginning of Too’s adventure in the West, which brought for the first time the iconic uniqueness and spirit in the world of men’s underwear.

 

Valeria Pacileo

Indietro1 of 10
Scopri di più |
Loading...