L’attore di Un posto al sole si racconta a Vieni da me

Il bell’attore napoletano 49enne Maurizio Aiello, volto noto soprattutto per la fiction Rai “Un posto al sole”, è stato ospitato su Rai Uno al talk show Vieni da me, condotto da Caterina Balivo. 

Durante il classico gioco della cassettiera Aiello si è raccontato al pubblico, svelando anche alcuni aneddoti privati. In un cassetto c’era un crocifisso, oggetto che nell’attore ha evocato il ricordo del padre da piccolo: “Questo è un crocifisso d’oro di mio padre che oggi ha 86 anni. Mi ricordo che mi faceva volare da piccolo e mi ricordo che aveva questo crocifisso sul petto e fra cent’anni sarà una cosa che porterò sempre con me, l’ho già detto ai miei fratelli. Per me il crocifisso di papà e una cosa indescrivibile” ha raccontato Maurizio Aiello.

Loading...

Michelle Hunziker su Adrian: “i miei valori sono incompatibili” |LEGGI

Dalla Balivo, l’attore ha raccontato anche come è nata la sua passione per la recitazione, durante la frequentazione della parrocchia Sant’Antonio di Castellammare di Stabbia, dove interpretò il suo primo ruolo: “Nella parrocchia mi è nata la passione per il teatro e come primo ruolo ho fatto il diavoletto”. Poi, a 18 anni, il trasferimento a Milano per provare a fare il modello. 

Taylor Mega e i dettagli scottanti su Tony Effe |SCOPRI

Parlando poi della sua infanzia, Maurizio Aiello ha descritto il padre come una persona d’altri tempi, un po’ chiusa, che si è dedicato sempre al lavoro… “Papà è meraviglioso ma con mia madre ha avuto un rapporto conflittuale tanto che si sono separati. Ora mamma è tornata a casa e vivono insieme da separati, sono come cane e gatto litigano in continuazione. La mamma stava a casa con noi più tempo di quanto non facesse papà, stava in un circolo spesso il pomeriggio. Ora si è addolcito molto”. 

Bobo Vieri e Costanza Caracciolo: matrimonio in estate? |LEGGI

Per un padre severo e assente, uno zio carissimo, scomparso pochi mesi fa. Maurizio Aiello si commuove a ricordarlo: “Zio Enzo è stato un po’ un secondo papà. Andavo sempre in vacanza con lui…  La ferita è ancora aperta, perchè se ne è andato da poco, con una morte assurda, per una malattia che l’ha distrutto, è stata molto aggressiva: la SLA. Lui non ha accettato di essere prigioniero del proprio corpo e si è lasciato andare”. Così con le lacrime agli occhi ha raccontato l’attore alla conduttrice di Vieni da me.

Roberta Mazzacane

Loading...