Foto: AMPAS

Jeniffer Esposito spiega in un video il commento lasciato su Instagram

Hanno emozionato tutti con l’intensa interpretazione del brano Swallow durante la notte degli Oscar. Lady Gaga e Bradley Cooper hanno però anche scatenato i commenti dei più maliziosi che non credono che quella loro intesa sia completamente platonica. Tra questi c’è David Spade, comico statunitense, il quale ha pubblicato su Instagram uno screenshot dell’esibizione sul palco del Dolby Theatre di Los Angeles con tanto di commento provocatorio sulla loro “relazione”.

L’ex moglie di Bradley Cooper, Jennifer Esposito, ha commentato il post in questione con un semplice “ha” che non è passato inosservato al mondo degli instagrammer: in molti lo hanno interpretato come una “frecciata” al suo ex marito. Il suo commento ha ricevuto moltissimi like e ha scatentato le reazioni degli amanti del gossip. La Esposito, conosciuta sopratutto per il suo ruolo in nella serie tv NCIS, è rimasta sposata a Cooper soltanto quattro mesi tra il 2006 e il 2007.

Oscar 2019: Lady Gaga e Bradley Cooper tanto, troppo vicini sul palco | LEGGI

Foto: AMPAS

Lady Gaga incontra Madonna: “non scherzate con le ragazze italiane” | SCOPRI

Si sono scatenate le ricerche su Google e l’analisi approfondita di alcune osservazioni fatte nella sua autobigrafia del 2011, Jennifer’s Way. Nel libro di memorie, l’attrice si confessa e parla di una sua relazione con un uomo “divertente, intelligente” ma che aveva un “lato meschino e freddo”, un “maestro manipolatore”. Quell’uomo è Bradley?

Lucy Boynton: chi è la donna che ha rubato il cuore al premio Oscar Rami Malek | ESPLORA

La Esposito ha perciò pubblicato un video  di 3 minuti e 40 secondi motivando il perché del suo “ha” su Instagram. Secondo l’attrice il suo commento aveva il tono di una risata estemporanea e spensierata, non qualcosa di malvagio o sprezzante. Ha inoltre sottolineato che nel suo libro parla di una relazione con un uomo malvagio, senza però fare alcun nome. Insamma, molte parole per silenziare “due lettere” troppo eloquenti.