Foto: Archivio Sony

Le installazioni dedicate alle canzoni del cantautore bolognese vanna all’asta

Le luminarie dedicate a Lucio Dalla hanno catturato lo sguardo di bolognesi e non, di passaggio da Via D’Azeglio. Le luci che riportano strofe della canzoni dell’artista, partendo da “Caro amico ti scrivo”, rimarranno accese fino a mercoledì 6 marzo; dopodiché l’installazione, opera dell’artigiano Antonio Spiezia, verrà smontata e poi venduta all’asta. Il ricavato della vendita verrà devoluto in beneficenza . 

Sarà difficile per i bolognesi abituarsi all’assenza di quell’opera d’arte che ha conquistato tutti; parole romantiche illuminaneranno ancora per pochi giorni il cielo di Bologna. L’Assessore alla cultura Matteo Lepore, ha spiegato che si trattava proprio di un’installazione temporanea, per la quale già era stata ottenuta una proroga grazie al grande successo ottenuto, e proprio nella sua caducità sta il valore del gesto, ma ha anche dato una speranza per il futuro. La stessa opera potrebbe essere rifatta.  

Loading...

Paolo Vallesi: dopo il trionfo di Ora o Mai più ritrova se stesso | SCOPRI 

Foto: Instagram

Fabrizio Carona: dopo il GF Vip interviene anche all’Isola dei Famosi | LEGGI 

L’Assessore continua dicendo che la scelta di vendere le luminarie all’asta è stata condivisa fin dall’inizio, così come quella di posizionarle in via D’Azeglio. “Sarebbe bello vedere realizzate nuove installazioni anche con i testi di altre canzoni, non solo di Dalla e non solo in via D’Azeglio. Ricordiamo che Bologna è città della Musica Unesco perché qui sono nati tanti cantautori: è una peculiarità da valorizzare”.

Principe Harry e Meghan Markle: i particolari della notte segreta | ESPLORA 

Le luinarie dedicate a “L’anno che verrà” abbandoneranno Via D’Azeglio; qualcuno avrebbe voluto che rimanessero per sempre ma la temporaneità del progetto lo proibisce ed è forse stata la chiave del così grande successo. L’onda che l’opera d’arte ha generato è stata sbalorditiva, senza contare l’engagement sui social, in cui selfie di turisti illuminati dalle parole scritte dal grande Lucio Dalla, hanno spopolato. Un altro progetto però è in elaborazione per onorare la memorie del bolognese per eccellenza: una panchina in bronzo e marmo che verrà collocata in Piazza Cavour. 

Loading...