Foto: PrPhotos

L’attore era stato ricoverato per un ictus

Luke Perry, il Dylan McKay, uno dei personaggi principali della serie televisiva Beverly Hills 90210, è morto oggi lunedì 4 marzo dopo essere stato ricoverato per un ictus. L’attore aveva 52 anni ed è deceduto presso il Saint Joseph Hospital di Burbank in California.

Luke Perry, vero nome Coy Luther Perry III, era nato a Mansfield l’11 ottobre del 1966, da un operaio e una casalinga. All’inizio della sua carriera aveva partecipato alle soap opera Destini e Quando si ama, ma senza dubbio il suo grande successo è legato alla serie tv Beverly Hills 90210.

Bradley Cooper e Lady Gaga: ecco il dettaglio che vi è sfuggito |LEGGI

Gwyneth Paltrow scrive un commovente post per Chris Martin |SCOPRI

Nel telefilm, allora si chiamavano così, interpretava la parte di Dylan McKay, un ragazzo poco sereno con un chiaro riferimento anche nell’aspetto a James Dean, con problemi di alcol e forti tensioni con la sua famiglia miliardaria, che nasconde però un’anima gentile e fragile.  

Johnny Depp: dopo lo spettro dell’anoressia, la figlia sfonda nel cinema |LEGGI

Attualmente l’attore era impeganto  nel ruolo di Fred Andrews, il padre di Archie (KJ Apa), nella serie Riverdale. Luke Perry è stato ricoverato d’urgenza in un ospedale di Los Angeles in gravi condizioni a causa di un ictus. Ironia della sorte, soltanto poche ore prima che Perry avesse l’ictus, era stato annunciato il reboot della serie cult.