Foto: Ufficio Stampa

Il cantante è sotto accusa per il suo appoggio a Putin

Ad essere accusato, direttamente dal ministro della Cultura di Kiev, è proprio Al Bano Carrisi. Il Cantante Pugliese entra nella lista degli individui considerati pericolosi per la sicurezza nazionale, consultabile sul sito del ministero della cultura. La lista nera Ucraina è compilata e aggiornata dal ministero della Cultura in base alle richieste del Consiglio di Sicurezza e Difesa nazionale di Kiev, dei servizi di sicurezza ucraini e del Consiglio della Tv e Radio nazionali. All’interno di questa black list sono presenti 147 persone. 

La coppia formata da Al Bano e Romina Power era molto famosa in Unione Sovietica già negli anni ottanta e tutt’ora riscuote un clamoroso successo. Prima di Carrisi, era entrato nella stessa lista anche l’attore Michele Placido e altri artisti che hanno espresso posizioni favorevoli verso il Cremlino. Sarà un caso? Non ci è dato saperlo, anche se sono stati tanti gli artisti italiani (che hanno avuto successo in Russia) ad essere incriminati.

Asia Argento spaventa i fan: è scheletrica in una foto su Instagram | LEGGI

Loading...
Al Bano e la Lecciso si sono lasciati
Foto: Claudio Onorati

Eva Grimaldi: ecco tutti i dettagli del suo matrimonio | GUARDA

Il motivo di tale inserimento in lista risale a cinque anni fa, quando il cantante pugliese si era schierato contro le sanzioni alla Russia e aveva apertamente difeso il presidente Vladimir Putin, affermando: “Si dimentica cosa era la Russia e com’è cambiata. Da uomo libero voglio dire che ho visto questo cambiamento. Poi di certo se vuoi mantenere il potere, ogni tanto devi avere pugno di ferro in guanto di velluto. Putin ha fermato la guerra in Siria, quando il buon Obama aveva deciso di attaccarla”. Il tutto dopo essersi esibito sul palco del Crocus City Hall a Mosca, in occasione del concerto Felicità italiana.  

Alessia Marcuzzi nell’occhio del ciclone dopo il caso Corona-Fogli | SCOPRI

Ma Al Bano non ci sta, e replica: “Io una minaccia per la sicurezza dell’Ucraina? Ma figuriamoci: sono una persona normale, mai fatto politica”. Ammette la sua simpatia nei confronti di Putin affermando che: “Se qualcuno merita di essere nominato in positivo io lo faccio, ma non ho mai fatto nessuna dichiarazione contro l’Ucraina. Io porto canzoni di pace e non di guerra”. Per quanto riguarda i viaggi in Russia afferma: “Ci vado perché mi chiamano per cantare, come è normale”.

Loading...