Foto: Ufficio Stampa

L’artista torna a parlare della brutta vicenda che lo ha colpito nei giorni scorsi

Al Bano non è nuovo a polemiche, musicali ma anche politiche. Negli ultimi mesi il cantante di Cellino San Marco ha criticato il Festival di Sanremo, si è offerto di presentarlo, ha dichiarato che i rapper distruggono la melodia italiana, ha incontrato il Ministro degli Interni Matteo Salvini portandogli in dono il suo vino e in ultimo, è stato accusato dall’Ucraina di attentare alla sicurezza nazionale. 

L’artista italiano vuole andare in fondo alla faccenda, e ha dichiarato a Uno, nessuno, 100Milan su Radio 24: “Oggi ho intenzione di chiamare l’ambasciatore dell’Ucraina a Roma per scoprire esattamente cosa ho fatto di male. Io ho cantato in Ucraina, Russia, Polonia, Romania, dappertutto, ma nessuno mi ha mai considerato un nemico del popolo. Addirittura mi considerano attentatore alla sicurezza nazionale dell’Ucraina. Ma stiamo scherzando? Fosse arrivato da qualche giornale ci faremmo due risate, ma il Ministero della Cultura? Che cultura è?”

Achille Lauro svuota Instagram e pubblica un feto: figlio in arrivo?|SCOPRI

Loading...
Foto: Ufficio Stampa

Irama, è finita con Giulia De Lellis ma “Bella e rovinata” è disco di platino|LEGGI

“Io non ho mai detto mezza parola contro l’Ucraina” continua. “Mi hanno chiesto di Putin e siccome in Russia ci vado dal 1984 ho solo espresso il mio parere positivo sulle cose che Putin ha fatto per mantenere unita la Russia che è un paese che racchiude tante culture, etnie e religioni. Solo un uomo come Putin è stato capace di mantenere un corpo unico in Russia.”

Bonolis e Laurenti: Ciao Darwin, bentornate polemiche|SCOPRI

Non rinuncia dunque Al Bano a ribadire la sua ammirazione per Putin, per poi concludere: “Tra l’Ucraina e la Russia c’è stata una guerra? Sì, ma non l’ho dichiarata io. Se la sono dichiarata tra di loro. La mia presenza in Ucraina è stata sempre ben accetta, non ho mai fatto terrrorismo, a meno che qualcuno abbia scambiato i miei acuti pazzeschi per delle pallottole. C’è da ridere, mi accusano di cose che non ho mai fatto né pensato. Io sono un uomo di pace e di musica”.

P.L.

 

Loading...