fonte: Prphotos
Indietro1 of 4

I trasporti londinesi rimuovono le pubblicità pro-Jackson

Non c’è pace per l’anima di Michael Jackson. Il Re del Pop, scomparso nel 2009, continua ad essere bersagliato dalle critiche, dopo l’uscita del controverso documentario Leaving Neverland, che mette in luce i presunti abusi su minori da parte di Jackson. Dopo Drake, la BBC e i Simpson, anche i trasporti pubblici di Londra si schierano contro Jackson. Ecco cosa sta succedendo.

I mezzi pubblici londinesi hanno dichiarato che rimuoveranno le pubblicità che proclamano l’innocenza di Michael Jackson. La decisione arriva dopo che un’associazione di vittime di molestie ha dichiarato di essere “preoccupata” per le pubblicità apparse sugli autobus e sulle fermate. I poster sono stati pubblicati in risposta al documentario in cui il cantante è accusato di abusi su minori, intitolato Leaving Neverland. Le pubblicità sono state finanziate attraverso una campagna di crowdfunding e presentano lo slogan: “I fatti non mentono, le persone lo fanno”.

Loading...

Tutti contro Michael Jackson: Drake cancella per sempre il suo brano | LEGGI 

fonte: Prphotos

Michael Jackson ancora sotto tiro: i Simpson cancellano l’episodio dopo le accuse di pedofilia | SCOPRI 

In una dichiarazione a BBC Radio, i trasporti di Londra affermano: “Abbiamo rivisto la nostra posizione e rimuoveremo questi annunci pubblicitari”. Gli annunci a difesa di Michael Jackson saranno quindi rimossi, a causa della sensibilità pubblica e della preoccupazione per il loro contenuto. Il documentario Leaving Neverland, trasmesso nel Regno Unito la scorsa settimana, ha presentato testimonianze di due uomini che affermano di essere stati abusati sessualmente da Michael Jackson quando erano bambini. Wade Robson e James Safechuck sostengono di essere stati molestati dal Re del Pop. 

Michael Jackson accusato di molestie, la BBC vieta la sua musica | GUARDA 

L’artista è morto nel 2009 e quindi non può difendersi, ma la sua famiglia e i suoi fan hanno protestato per sostenere la sua innocenza da quando il controverso docu-film è stato trasmesso. Il nipote di Michael Jackson, Taj, ha dichiarato a Radio 1 Newsbeat che le accuse di Leaving Neverland sono sentite come “il tradimento finale”, ma crede che non avranno un effetto duraturo sull’eredità di suo zio. La campagna dei poster è apparsa dopo che una pagina di crowdfunding di “Michael Jackson Innocent” ha raggiunto il suo obiettivo di £ 20.000.

Indietro1 of 4
Loading...