Foto: Ufficio Stampa

Fare la ballerina non è per tutti

Eleonora Abbagnato, 40 anni, confessa cosa rappresenta per lei la danza: “È come l’amore enorme delle madri per i figli: ti dà sempre la forza per andare avanti e non è mai stancante. Ecco, in un certo senso la danza per me è come un terzo figlio. Fa parte della mia vita e ci sarà per sempre”.

Dalle pagine del settimanale Grazia, la prima étoile italiana dell’Opéra di Parigi ricorda a ogni aspirante ballerina quanto sia fondamentale essere forte: “In un balletto la donna deve esserlo molto, altrimenti non riesce a resistere per un’intera carriera. Il nostro è un ambiente molto competitivo. Devi essere la più brava, quella che merita il titolo di étoile, quella che i coreografi scelgono. È normale, è una gara che devi vincere per realizzare il tuo sogno”. E poi aggiunge: “L’amore per la danza deve venire dalla bambina, non dalla mamma o dalle amiche. È un ambiente difficile, duro, e devi imparare a difenderti. Se lo fai solo perché lo dice la mamma, abbandonerai presto”.

Roberta Lanfranchi lancia la notte degli oscar del turismo italiano | LEGGI 

Loading...
Foto: Ufficio Stampa

Alessandro Borghese eleggerà il miglior giudice d Italia’s Got Talent | GUARDA

Eleonora Abbagnato confida poi qual è secondo lei la parte più impegnativa del suo lavoro: “La concentrazione. Studiare tutti i giorni: la ballerina non smette mai di conoscersi, di scoprirsi nei ruoli. Ed essere sempre al top della forma”. Si lascia poi andare ad una confessione personale, in merito alla sua più grande debolezza: “Non avere fiducia in me. I ballerini sono molto critici con loro stessi. Ci troviamo orrendi, fisicamente e tecnicamente. Non riusciamo quasi a guardarci”.

Barbara D’Urso ad Alex Belli: “Con chi stai ora? ho perso il conto” |SCOPRI

Ma qual è il suo segreto per ritrovare la fiducia? “Lavorare su me stessa, tutti i giorni. Cercando d’interpretare un ruolo al meglio, imparando la parte prima di chiunque altra, dando il massimo anche oltre gli orari di prove”. Una stakanovista insomma la bella Eleonora. L’étoile darà presto l’addio all’Opéra, il culmine di una vita dedicata al balletto senza alcun ripensamento. “Con la passione, se ami davvero quello che fai, non ti pesa mai il sacrificio. Interpellata sull’eventualità di smettere di danzare, rivela a Grazia: “Non credo, vorrò fare anche un tour in Italia. Poi ci sono altri progetti, perfino un film su di me, ispirato alla mia storia”.

Loading...