Fonte: Youtube

La canzone del deejay sembra una vera e propria richiesta di soccorso

“SOS”, “Save our souls”, è il messaggio tipico utilizzato per richiedere aiuto. Avicii ha intitolato così una delle ultime canzoni del suo album lasciato incompleto al quale aveva lavorato prima di togliersi la vita, un anno fa, a soli 28 anni. Si può quindi pensare che il titolo non sia casuale.

A sostenerlo è anche Aloe Blacc (famoso per avere cantato in un’altra traccia di Avicii, una delle sue più grandi hit, “Wake me up”), scelto come vocalist del pezzo, pubblicato ieri come anticipazione del primo album postumo del dj, “TIM”, in uscita a giugno.

Loading...

Cristina D’avena continua ad emozionare i più piccoli|SCOPRI

Fonte: Youtube

Tommy Vee: sonorità house protagoniste per il Deejay|LEGGI

“Sento che questa canzone era forse in anticipo sui tempi, nel momento in cui la scrisse”, ha dichiarato il cantante. “Ha scritto questi testi chiaramente basandosi su alcune delle sue battaglie e penso che questo sia un argomento molto importante da condividere. Dare alle persone le parole per poter dire: ‘Ho bisogno di aiuto'”.

Emis Killa torna e ci parla della sua malattia… d’amore|CLICCA QUI

Nel 2016 Avicii ha annunciato il suo ritiro dalle performance live. Pochi giorni dopo la sua scomparsa, i genitori, le sorelle e il fratelli hanno ammesso che il dj aveva deciso di smettere di esibirsi per cercare “un equilibrio nella vita per essere felice e poter fare ciò che amava di più”, ma che non riusciva ad andare avanti. L’album, intitolato “TIM” come il suo vero nome, sarà rilasciato il 6 giugno e conterrà le tracce registrate prima di togliersi la vita.

Loading...