600 cavalli e prestazioni da record per la nuova sportiva giapponese

E’ una delle sportive stradali più aggressive e performanti. Parliamo della Nissan GTR, auto dalle prestazioni esaltanti che oggi viene aggiornata con il debutto di una nuova versione. Il modello 2020 di Nissan GT-R NISMO presenta migliorie e modifiche ispirate direttamente al mondo delle corse che ne elevano le prestazioni a livelli ancora più alti. La vettura è stata presentata insieme alla nuova 50th Anniversary Edition, dedicata ai 50 anni di GT-R, festeggiati da Nissan al Salone dell’Auto di New York.

Loading...

L’obiettivo degli ingegneri Nissan era di mettere a disposizione di tutti i guidatori le tecnologie proprie delle auto da corsa. Controllo e comportamento affidabile del veicolo erano caratteristiche cruciali in questo senso, perciò il team di progettazione ha sviluppato la vettura all’insegna dello slogan “prestazioni sportive adatte alla strada”. Ciò che distingue la GT-R più potente ed esclusiva di sempre dal resto della gamma è la quantità di fibra di carbonio utilizzata, in particolare per quanto riguarda paraurti anteriore e posteriore, parafanghi anteriori, cofano, tettuccio, rivestimenti dei sottoporta, bagagliaio e spoiler posteriore.

Nissan Qashqai, ecco la versione N-Motion|guarda

Ogni componente è stato ottimizzato in modo da ridurre il peso, aumentare la deportanza e migliorare il profilo aerodinamico. Già solo questi interventi sugli esterni hanno permesso di risparmiare 10,5 chili, oltre ai quasi 20 chili derivanti da altre migliorie e l’utilizzo di nuovi componenti più leggeri.
In questa nuova veste, i parafanghi anteriori ricordano quelli di GT3 GT-R. Le bocchette di ventilazione dentellate aiutano ad espellere l’aria calda dal vano motore e garantiscono una deportanza straordinaria sugli pneumatici anteriori, senza aumentare la resistenza aerodinamica. Il tettuccio in fibra di carbonio presenta una trama fitta e leggera grazie al nuovo processo di lavorazione.


Gli esclusivi cerchi RAYS forgiati in alluminio da 20’’ sono più leggeri rispetto al passato e sfoggiano un design a nove razze che ne migliora la rigidità. Gli pneumatici Dunlop di nuova progettazione, con un battistrada più ampio e meno scanalature, offrono un incremento di aderenza pari all’11%. A beneficiarne anche la stabilità in curva, la risposta dello sterzo e una migliore resistenza al rotolamento rispetto al modello precedente. All’interno, gli esclusivi sedili anteriori GT-R NISMO sono progettati per avvolgere le scapole e la parte inferiore del corpo, dando al guidatore la sensazione di essere parte integrante del veicolo.

Nuova Peugeot 208, nasce la versione racing|scopri

Le unità twin-turbo V6 24 valvole da 3,8 litri da 600 Cv – ciascuna prodotta artigianalmente da un tecnico takumi dedicato – restano il cuore pulsante del gruppo motore di GT-R. GT-R NISMO che presenta un turbocompressore dal design esclusivo – preso in prestito da GT-R GT3 – che si distingue per la turbina dalla forma modificata e dal minor numero di pale. Questa conformazione ottimizza la portata d’aria e migliora la risposta in accelerazione del 20%, senza la minima perdita di potenza. Il cambio a doppia frizione e 6 rapporti, anch’esso rivisitato, presenta una modalità R che permette un cambio più rapido ed un migliore innesto della marcia, soprattutto in uscita dalle curve.

Il risultato è un miglior feeling in fase di accelerazione e decelerazione, sia su strada che su pista. Anche l’Adaptive Shift Control è programmato per adattare i tempi di cambiata allo stile di guida del conducente, sia che si trovi su strada, che in pista. Il ruggito di GT-R è il risultato del nuovo scarico in titanio, contraddistinto da estremità blu brunito realizzate a mano.Per quanto riguarda la manovrabilità, GT-R NISMO 2020 è pressoché imbattibile. Le sospensioni sono state tarate per aumentare la stabilità in curva e migliorare la risposta all’imbardata. La sterzo, un capolavoro di precisione e linearità, mantiene un’elevata sensibilità ai cambi di direzione fino ai 300 km/h di velocità. L’eccellenza delle prestazioni infine, passa anche dall’impianto frenante, per il quale sono stati utilizzati nuovi freni carboceramici.

Francesco Ippolito

 

Loading...