Foto: Marco Piraccini

Continuano le accuse, difese e le interviste sul caso più famoso degli ultimi giorni

Sanremo 2020 è finito da qualche giorno, ma i riflettori sul palco dell’Ariston non si sono ancora spenti. Le polemiche erano iniziate da prima del Festival, e per coerenza, si sono protratte oltre la fine. Ma più che parlare dei cantanti sul podio o del lavoro fatto da Amadeus e Fiorello, l’argomento del giorno, anzi di più giorni, è il caso Morgan -Bugo.

Nella serata precedente al grande finale del Festival, Morgan sale sul palco con Bugo, ma cambia le parole della canzone in gara “Sincero”, rivolgendo frasi offensive e ironiche al suo collega, che indispettito esce dal palco ancor prima che anche una sola strofa gli uscisse di bocca. Amadeus ripercorre in lungo e il largo tutto il teatro fino alle 4 del mattino alla ricerca di Bugo. Prima però era già arrivato il comunicato stampa ufficiale: Morgan e Bugo erano stati definitivamente squalificati dalla gara per defezione.

Oscar 2020, il mancato tributo a Luke Perry: è polemica|LEGGI

Il motivo del cambio del testo? Morgan si racconta a Live non è la D’Urso: “Non ho preso soldi per venire a Sanremo, ma per fare un favore a un amico. Ho solo chiesto di poter fare l’arrangiamento della canzone scelta da Bugo, ma non lo hanno usato. Mi hanno lasciato solo e i manager di Bugo hanno preso il sopravvento su di me.”

I dissapori partono dalla serata dedicata alle cover, in cui Morgan e Bugo mettono in scena una Canzone per Te, omaggio a Sergio Endrigo. Bugo, a detta di Morgan, avrebbe consegnato uno spartito diverso all’orchestra, cantando solo in prima fila e facendo di un’opera d’arte uno scempio. E Morgan si sa, non rimane di certo nell’angolo. Da qui la decisione di farla pagare all’amico perché: “Chi la fa l’aspetti!”.

Buon compleanno Jennifer Aniston, bellezza senza tempo|LEGGI

Foto: Ufficio Stampa

Filippo Timi: un’operazione inedita… uno Skianto|LEGGI

A Vieni da Me, programma della Balivo, la mamma di Morgan, in collegamento telefonico, avrebbe difeso il figlio dichiarando: “Ha sempre fatto tutto in funzione della musica. Se ha commesso degli errori è perché è stato spinto a farli. E’ davvero uno buono”. Anche Red Ronnie, critico musicale e redattore di Optimagazine, è sceso in campo a favore di Morgan, sostenendo di conoscere già tutti i retroscena della storia. E come se non bastasse aggiunge: “Il litigio tra Morgan e Bugo è l’unica cosa vera in un Sanremo di falsità”.

Non si sa chi abbia davvero ragione in tutta questa storia. Fatto sta che i due la storia l’hanno fatta, in bene o in male: verranno sempre ricordati come i primi ad essere stati squalificati con l’accusa di defezione dal Festival. Che questo litigio abbia portato in realtà a più notorietà? Intanto il merchandising è partito e Alessandro Cattelan ha pubblicato una storia sul suo profilo Instagram in cui mostra una maglietta bianca con il volto di entrambi i cantanti e la scritta “Sincero”. Che poi, vai a capire chi è qui davvero sincero.