Foto: Ufficio Stampa

La giovane protagonista della serie tv “Baby” si racconta in una lunga intervista

A raccontarsi nel numero di “Grazia” di questa settimana è Alice Pagani, 21 anni, la giovane attrice di Ascoli Piceno protagonista di “Baby”, la serie tv di Netflix, in cui interpretava Ludovica, ispirata al caso delle “baby squillo” romane e diffusa in tutto il mondo. Impegnata sul set della terza stagione, Alice confida cosa dobbiamo aspettarci dalla ragazza inquieta che interpreta: “Una svolta decisiva. Ludovica è cresciuta e tutti i nodi vengono al pettine. In questa intensa stagione completa il passaggio dall’adolescenza all’età adulta. Si rende conto di avere delle responsabilità nei confronti di se stessa e degli altri”.

Aggiunge inoltre: “Anch’io in questi anni sono cresciuta. Ho dovuto affrontare sfide sempre più difficili, che poi mi hanno permesso di capire molte cose del mio mestiere”, spiega l’attrice a “Grazia”. “Mi sono convinta che, se il mondo del lavoro non ti accetta, la colpa non è per forza tua. Certi “no” fanno parte del gioco e dipendono dalle circostanze, non dal tuo talento o dalla tua volontà”.

Meghan e Harry: una coppia da un miliardo di sterline|LEGGI

 

Foto: IPA

Gionny Scandal, Se ci sei tu: dedicata a chi si innamora|LEGGI

Viene interpellata anche riguardo all’esigenza di allontanarsi dal personaggio che le ha dato il successo: “In un certo senso sì, avverto la necessità di allontanarmi, anche se sono molto affezionata alla mia Ludovica: le ho dato tutto quello che potevo. Ora sento il bisogno di prendere altre strade, senza aver paura di cambiare”.

Carlo Lucarelli parte con “Inseparabili. Vite all’ombra del genio”|LEGGI

Infine, interpellata sul desiderio di cambiare il mondo che anima la sua generazione: “Tutti, tra i 20 e i 30 anni, vogliono rendersi protagonisti di una rivoluzione. È naturale, perché troppe cose non funzionano. Viviamo in un’epoca caratterizzata da un’abbondanza d’informazione, che le generazioni precedenti non si sognavano. Ognuno è libero di capire, ragionare e scegliersi la propria battaglia”, spiega l’attrice a Grazia.