Torna uno dei programmi radiofonici ‘cult’.

Tra la manovra economica di fine estate e l’ennesima intercettazione che fa scalpore, in un paese politicamente sempre più sull’orlo di una crisi di nervi, torna il radio talk show più irriverente dell’etere: lunedì 19 settembre riparte ‘Un Giorno da Pecora’, il programma condotto da Claudio Sabelli Fioretti e Giorgio Lauro, in onda su Radio2 dal lunedì al venerdì, dalle 13.40 alle 15. Stavolta, con un Berlusconi in più.

Loading...

Dopo aver chiuso, fin dalla prima puntata, ogni trasmissione con una barzelletta raccontata da un politico (finora sono state oltre 300), per la sesta edizione del programma l’anziano Sabelli e il simpatico Lauro – come si autodefiniscono i conduttori – hanno pensato di ‘affidare’ a Silvio Berlusconi il ruolo del ‘barzellettiere’ ufficiale di ‘Un Giorno da Pecora’.

Come? Attraverso gli ‘audio’ del meglio delle barzellette che il Cavaliere ha raccontato in pubblico nel corso di questi ultimi anni, che l’agguerrita redazione è riuscita a raccogliere faticosamente dopo mesi di ricerche, setacciando, palmo a palmo, tutto il web (e non solo…).

La formula vincente della trasmissione, invece, resterà quella di sempre: un ospite principale in studio, quasi sempre un politico, a cui se ne aggiungono altri (cantanti, scrittori, giornalisti, attori) al telefono. “Anche quest’anno la regola sarà:  linguaggio di tutti i giorni, nessuna riverenza e giornalismo senza cedimenti. Guerra al pippone ideologico e a chi svicola di fronte alle domande sgradite”, dicono i conduttori.

L’Anziano Sabelli Fioretti e il Simpatico Lauro, ne hanno viste (e fatte) davvero di tutti i colori: in oltre 400 puntate, negli studi di Via Asiago a Roma sono passati più di 1000 ospiti del mondo della politica, dell’economia, dello spettacolo e dello sport: da Bersani ad Alex Del Piero, da La Russa al premio Nobel Dario Fo, da Vendola a Gino Paoli.

“Il Ministro della Salute Fazio ha mangiato sushi in diretta; Cossiga e Bersani hanno fatto i dj;  Denis Verdini ha duettato con Anna Tatangelo; Gasparri e Lupi hanno cantato Bandiera Rossa; Brunetta, Bocchino e La Russa si sono sfidati in una gara di cucina,  e tutti hanno raccontato barzellette, la maggior parte delle quali, orrende”, spiegano i due.

Novità di questa sesta edizione sarà la puntata del venerdì, in cui i conduttori ospiteranno ogni volta un familiare di un politico, per farsi raccontare vizi e virtù del celebre parente. Non mancheranno gli ospiti più affezionati del programma, da Gabriele Albertini, con le sue imitazioni, a Lory Del Santo, provetta poetessa e autocandidata a first lady di Silvio Berlusconi, l’artista-alpinista Mauro Corona e il sempre più Divino Otelma.

Confermatissima anche Francesca Fornario, l’autrice satirica più  impertinente della rete, che anche quest’anno darà vita, in diretta, ai suoi ‘spot’ e alle sue celebri parodie ‘canore’ – in collaborazione con Simone Salis – sui personaggi e i fatti del momento. Queste ‘clip’ potranno poi essere scaricate anche sul sito ufficiale del programma.

Dal 19 settembre, infatti, verrà lanciato il nuovo portale di ‘Un Giorno da Pecora’ (ungiornodapecora.rai.it), totalmente interattivo e pieno di contenuti speciali: dalla possibilità di ‘guardare la radio’, grazie allo streaming video dell’intera puntata a quella di scaricare, subito dopo la puntata, il podcast e le ‘chicche’ audio e video del giorno. Sarà inoltre possibile scaricare le barzellette di Berlusconi e i video più votati dagli utenti, visualizzare la rassegna stampa e interagire con la redazione e i conduttori attraverso Facebook e Twitter.

“Di una cosa noi andiamo orgogliosi: da noi non si litiga. Il nostro è l’unico talk show non urlato, dove è vietato litigare e insultarsi. Da noi, al massimo, si fa pace. Siamo riusciti perfino a far fare pace a Travaglio e Ghedini.”, concludono Sabelli Fioretti e Lauro.

Loading...