fbpx
Connect
To Top

Grande Fratello 12 in crisi, Alfonso Signorini: “Colpa del cast”

L’opinionista analizza il deludente risultato di lunedì scorso.

Dopo il flop della seconda puntata del ‘Grande Fratello’, Alfonso Signorini, direttore di ‘Chi’ e di ‘Tv Sorrisi e Canzoni’ e soprattutto opinionista fisso del reality di Alessia Marcuzzi, commenta il clamoroso scivolone del programma, spiegando che, a suo dire, il punto meno forte dell’edizione di quest’anno è il cast.

I ragazzi mi sembrano un po’ tutti uguali, omologati, formato ‘Uomini e Donne’ – dichiara il giornalista al ‘Corriere della Sera’ – fondamentalmente appartengono tutti alla generazione della De Filippi: una generazione dal punto di vista televisivo fortissima, però non rappresentativa”.

Insomma, per Signorini il problema sarebbe che i protagonisti del reality sono troppo diversi dai cosiddetti ‘ragazzi normali’, i quali “non si riconoscono nella grande famiglia del Gf. Non tutti i giovani di quell’ età provengono da famiglie separate o allargate. Esiste una normalità che forse nel Gf, più di altre volte, non è rappresentata”.

E non è finita qui: “Poi manca uno scontro generazionale – continua Signorini – mi sarebbe piaciuto vedere delle generazioni a confronto, ma non entro nel merito delle scelte autoriali”.

A tal proposito, però, Signorini forse dimentica che nel cast ci sono concorrenti giovani ma non tutti coetanei, come Mario Ermito, 20 anni, e Luca Di Tolla, che di anni ne ha 34…

Il giornalista è comunque ottimista sul futuro del programma: “Bisogna dare al Grande Fratello il tempo di crescere. Siamo appena alla seconda puntata: non sono ancora scoppiate le dinamiche che consentono al reality di decollare. Aspettiamo prima di darlo per morto e recitare il de profundis”.

Bisogna dire che Signorini non ha tutti i torti, visto che anche in anni passati il ‘GF’ non era partito benissimo ma poi si è sempre rivelato un successo.

Dunque, dopo la ‘batosta’ contro la ‘Cenerentola’ di Raiuno, che la produzione giustifica con la ‘giornata particolare’ di trasmissione (era Halloween e tanti giovani sono usciti per festeggiare) e in attesa di scoprire come se la caverà il reality nello scontro diretto con Fiorello (‘Il più grande spettacolo dopo il weekend’ debutta il 14 novembre in prima serata su Raiuno), sembra che gli autori stiano già pensando ad un ‘piano B’ per salvare la situazione.

Alcuni sussurrano che saranno chiamati alcuni ex gieffini particolarmente cari al grande pubblico, altri invece ipotizzano che nella Casa possano entrare ragazzi non ‘famosi’, visto che il cast di quest’anno è composto da persone non proprio estranee al mondo dello showbiz…

Ma tutto questo sarà sufficiente per risollevare le sorti del ‘Grande Fratello’ che, secondo l’autorevole critico Aldo Grasso, ormai è troppo ‘usurato’ per piacere ai telespettatori?

Giada Tibelli



Articoli simili in Televisione