Il fumetto propone una storia molto attuale che tocca il mondo dell’editoria.

La crisi dell’editoria “tradizionale” arriva anche nel mondo fantastico di Superman, il cui alter ego, Clark Kent, sembra essere deciso a lasciare il suo lavoro di reporter al Daily Planet (che svolge dal 1940) per diventare blogger. Questo è quanto anticipato dallo sceneggiatore del fumetto Scott Lobdell.

Insomma, sembra che Kent non si senta più a suo agio come giornalista del 21esimo secolo e, soprattutto, non sia più intenzionato ad affrontare i vincoli a lui imposti dal suo direttore.

Loading...

Spiega Lodbell al Daily Mail: “Superman è senza dubbio la persona più potente del pianeta, ma per quanto tempo si può sedere alla sua scrivania con il fiato sul collo di qualcuno che lo tratta come la persona meno importante del mondo?”.

Dunque l’ennesima tensione con il suo capo, Perry White, porterà Clark ad una scelta radicale: quella di cambiare vita e affrontare il mondo più libero (ma non meno complesso, per molti aspetti) del blogging online e del citizen journalism.

[adv]

Argomento di grande attualità, visto che è proprio di questa settimana l’annuncio della chiusura, nel 2013, dell’edizione cartacea di “Newsweek” per puntare sulla sola versione digitale, sulla scia di altre realtà on line che stanno crescendo mentre le testate tradizionali sono in affanno.

Non è dato sapere, però, se l’addio di “Superman” al Daily Planet sia definitivo o momentaneo, visto che Clark Kent ha lasciato il suo lavoro anche quando la Galaxy Broadcasting acquistò il Daily Planet nel 1971, per poi tornare dopo qualche mese dietro la sua scrivania…

Loading...