Il fumetto della Disney festeggia con un numero da collezione.

Molti di noi sono cresciuti con le sue storie: le buffe sfortune di Paperino, che ci fanno sorridere e ci consolano, l’avarizia e l’arguzia di Zio Paperone che ci ricordano, magari, un datore di lavoro o un parente stretto, il buon Paperoga che sembra proprio uno dei nostri amici strampalati, oppure Topolino, dall’invidiabile istinto infallibile con l’amico Pippo, tanto sconclusionato per quanto buono e simpatico.

Su “Topolino” c’è un panorama incredibile di caratteri, personaggi che negli anni ci hanno regalato storie divertenti e appassionanti, a volte tanto profetiche da sembrare la descrizione stessa delle realtà sociale ed economica che avremo vissuto gli anni successivi.

Loading...

Con il suo tono garbato ma mai banale, la doppia chiave di lettura, per bambini e per adulti, il suo storico formato tascabile in grado di “dipingere” di giallo con il suo dorso le librerie dei suoi irriducibili fan che, mai e poi mai, getterebbero via una vecchia copia del mitico “Topolino”.

Il settimanale Disney questa settimana festeggia un traguardo importantissimo, che merita di essere celebrato nel migliore dei modi: il suo numero 3000, arrivato dopo oltre 80 anni di pubblicazioni. Numero che regalerà ai lettori un’edizione extra da collezione e una copertina “corale” firmata da Andrea Freccero.

La celebrazione sarà completa e coinvolgerà tutti i personaggi dei fumetti Disney con ben 14 storie che avranno come elemento ricorrente il numero 3000, realizzate dai grandi maestri del fumetto che in questi decenni hanno dato vita ai personaggi di “Topolino”. E a noi non resta che augurare una lunga vita a Paperino, Paperone, Pippo, Topolino, Archimede, Paperoga, Gastone e a tutti gli altri!

Loading...