La ricetta del patron di Eataly per il Meridione.

Il Sud Italia trasformato in un mega villaggio turistico. E’ questa, in estrema sintesi, l’idea di Oscar Farinetti, patron di Eataly, che in un’intervista televisiva rilasciata ad Andrea Scansi nel programma “Reputescion” su La3 ha descritto la sua ricetta per risolvere i numerosi problemi del Meridione d’Italia.

Il sud Italia è in una condizione terrificante, molto più grave di quello che possiamo immaginare – ha detto Farinetti – E’ stato fatto troppo welfare nelle istituzioni e c’è un clima generale difficile. Ma è anche uno dei posti più belli del mondo: facciamo venire tutti i turisti del mondo lì”.

Loading...

E allora la proposta: “Per me nel Sud c’è una sola roba da fare: un unico Sharm El Sheik, dove ci va tutto il mondo in vacanza”. Per realizzare questo progetto ci vorrebbero importanti investitori e Farinetti illustra poi come metterebbe in atto la sua ipotesi scendendo nei particolari. “Aprirei a tutte le multinazionali del mondo affinché vengano a farlo – dichiara – Concederei loro agevolazioni fiscali bestiali, non farei pagar loro le tasse per 10 anni. L’importante è che assumano tutti italiani, che usino prodotti alimentari italiani, tavoli, sedie italiane, cucine italiane… farei enormi agevolazioni fiscali per le startup”.

Ma perché non è mai stato preso in considerazione un progetto di questo tipo per rivitalizzare il nostro bellissimo Sud Italia? Secondo Farinetti esiste un unico ma enorme “contro”: “Il problema per cui non vengono ha un nome semplice: mafia. Hanno paura di quello – conclude Farinetti – e quindi come Paese e come istituzioni mi occuperei molto di questo”.

Loading...