Quattro serate di grandi suggestioni sulla rete ammiraglia di Mediaset.

Da questa sera, giovedì 2 giugno, Gerry Scotti conduce su Canale 5, “Masters of Magic”, il campionato mondiale di magi. Gareggeranno a colpi di “bacchetta magica” ben 150 concorrenti provenienti da 66 nazioni.

Loading...

Nel corso di quattro serate, ad alto tasso di spettacolarità, Masters of Magic vedrà esibirsi i migliori professionisti a livello internazionale che copriranno le più importanti specialità in cui si divide l’illusionismo: magia generale (tra cui si annovera anche quella realizzata con smartphone e tablet), mentalismo, magia comica, magia da scena, cartomagia, manipolazione. Alla fine verrà eletto il Campione del Mondo di Magia.

A valutare le loro performance, per determinare il Campione Mondiale, (come da regolamento della Fédération Internationale des Sociétés Magiques), sarà chiamata una giuria tecnica che dovrà valutare le esibizioni tenendo conto della difficoltà tecnica, della recitazione, della presenza scenica, della novità e innovazione, secondo i criteri ufficiali.

L’evento televisivo “Masters of Magic”, tratto dal campionato mondiale di magia, è ideato e prodotto dal mago e imprenditore torinese Walter Rolfo che sarà al fianco di Gerry Scotti. Nel 2008 l’illusionista entra per la prima volta nel Guinness dei Primati per aver estratto 300 conigli da un cilindro e nel 2011 segna un nuovo primato con il mago Jabba per aver rotto il più alto numero di bicchieri, ben 66, con la sola forza del pensiero.

Dai tempi di Houdini la magia ha fatto passi da gigante. Oggi, le performance che lasciano a bocca aperta il pubblico, sono frutto di una lunga ricerca che attinge al mondo dell’ingegneria, della psicologia e utilizza le più moderne e raffinate tecnologie.

Nel corso delle quattro puntate di “Masters of Magic” i concorrenti saranno supportati da padrini d’eccezione, vere leggende viventi della magia: tra queste, Franz Harary, famoso per le sue magie on stage con Michael Jackson, lo svizzero Marco Tempest e il tedesco Simon Pierro con la loro magia tecnologica, e ancora Dan Sperry, James More, Topas e il padre di tutti i maghi italiani Silvan. Con lui anche Raul Cremona e il Mago Forest.

Nato nel 1948, Il Campionato Mondiale di Magia si svolge ogni tre anni in diverse località del mondo. L’Italia ha vinto una sola volta il mondiale nel 1952 con il friulano Denis Moroso.

Loading...